Ristitalia, il portale dei ristoranti, delle pizzerie, dei pub e dei locali in italia

Home >> Itinerari >> Piacenza

Itinerario: Piacenza

regione: Emilia-Romagna
Situata sulla riva destra del fiume Po, la provincia di Piacenza è un nodo ferroviario ed autostradale di primaria importanza. Nonostante sia lambita da grandi correnti di traffico e disti pochi chilometri dalla grande Milano, Piacenza ha mantenuto una forte identità culturale e offre al visitatore una sequenza ininterrotta di brillanti fasi artistiche in particolare nel periodo tra il Medioevo a il Rinascimento.
Cucina
Tanti i temi proposti dalla tradizionale cucina piacentina, a partire dai tre salumi DOP che vengono prodotti sul territorio:
- la Pancetta Piacentina DOP, già molto nota per la sua qualità eccellente fin dal 1300, dal gusto inconfondibile dolce e morbido legato ad una lenta stagionatura.
- la Coppa Piacentina DOP prodotta con carni utilizzate per la produzione del Prosciutto di Parma e San. Daniele
- infine il Salame Piacentino DOP che è tipicamente proposto come antipasto e si abbina bene con tutti i vini dei Colli Piacentini.

Tra i piatti tradizionali è doveroso segnalare l’influenza delle regioni limitrofe; grazie a queste la gastronomia piacentina si è notevolmente arricchita e differenziata rimanendo autentica dalla cucina classica emiliana.
I piatti tradizionali sono: “I gnocchetti di pan grattato e farina con fagioli borlotti” (“pisarei e fasò"), la torta di bietole, gli anolini di magro, il capretto alla piacentina, la coppa al forno e la coscia di maialetto disossata e bollita ( “gambon”).

Sono molto diffusi anche:

- il salame gentile
- la mariola, un salame corto e tozzo
- la pistä d' gras (grasso pestato con verdure)
- il gras pist (lardo di maiale tritato con aglio)
- i ciccioli o graséi, carne e grasso di maiale cotti, salati ed essiccati

Da ricordare infine:
- la torta di patate dell'Appennino piacentino, che è anche tutelata dal comune di Farini con marchio De.C.O. (Denominazione comunale d'origine)
- i funghi sott'olio sull'Appennino
- gli stric’ in carpion, lasche del Po in carpione.
Vini
La “strada dei vini e dei sapori dei Colli Piacentini” ci propone un itinerario molto interessante che parte da Castel S. Giovanni e termina a Vigoleno dove tra aromi e profumi potremo avventurarci alla scoperta delle DOC locali (ben 22!!) e, fra le cantine lungo il tragitto, potremo degustare direttamente vini come; Gutturnio, Bonarda,Ortrugo e Malvasia.